«Tutto è compiuto!»

96-97 21

 

Gesù disse: «Tutto è compiuto!». E, chinato il capo, spirò. 

Era il giorno della Preparazione e i Giudei, perché i corpi non rimanessero in croce durante il sabato (era infatti un giorno solenne quel sabato), chiesero a Pilato che fossero loro spezzate le gambe e fossero portati via. Vennero dunque i soldati e spezzarono le gambe al primo e poi all’altro che era stato crocifisso insieme con lui. Venuti però da Gesù e vedendo che era gia morto, non gli spezzarono le gambe, ma uno dei soldati gli colpì il fianco con la lancia e subito ne uscì sangue e acqua. Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera e egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: Non gli sarà spezzato alcun osso. E un altro passo della Scrittura dice ancora: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto. Dopo questi fatti, Giuseppe d’Arimatèa, che era discepolo di Gesù, ma di nascosto per timore dei Giudei, chiese a Pilato di prendere il corpo di Gesù. Pilato lo concesse. Allora egli andò e prese il corpo di Gesù. Vi andò anche Nicodèmo, quello che in precedenza era andato da lui di notte, e portò una mistura di mirra e di aloe di circa cento libbre. Essi presero allora il corpo di Gesù, e lo avvolsero in bende insieme con oli aromatici, com’è usanza seppellire per i Giudei. Ora, nel luogo dove era stato crocifisso, vi era un giardino e nel giardino un sepolcro nuovo, nel quale nessuno era stato ancora deposto. Là dunque deposero Gesù, a motivo della Preparazione dei Giudei, poiché quel sepolcro era vicino. 

 Dal Vangelo di Giovanni, capitolo 18

 

Categorie: Quaresima e S. Pasqua 2013 | Tag: , , , , | 5 commenti

Navigazione articolo

5 pensieri su “«Tutto è compiuto!»

  1. 61angeloextralarge

    Il “tutto è compiuto” di Gesù, ormai lo sappiamo, è comunque impregnato di speranza. E’ il mezzo per arrivare alla Resurrezione. grazie, Gesù per il Tuo Amore!

  2. Lo sappiamo, eppure ogni volta mi coglie di sorpresa, di meraviglia, di stupore e di un’infinita gratitudine.

  3. E’ duro leggere nei santi Vangeli la domanda di Pilato: “Chi volete che vi liberi, Barabba o Gesù chiamato il Cristo?”. Più penosa ancora è la risposta: “Barabba!”. Ma ben più terribile è il dover ammettere che – tante volte! – nell’allontanarmi dal cammino, anch’io ho detto: “Barabba!”; ed ho aggiunto: “Cristo?…Crucifige eum! Crocifiggilo!”. (San Josemaria Escrivà de Balaguer)

  4. Mariella Santarelli

    Il giorno 29 m Grazie, grazie buona e santa Pasqua a tutti voi padre nostro che sei nei cieli sia santificato il tuo nome venga il tuo regno sia fatta la tua volont come in cielo cos in terra dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetit a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori non indurci in tetazione liberaci dal male gloria al padre al figli o ed allo spirtio santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli amen mariella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: