Le piaghe dell’amore che si dona

Nelle pieghe delle nuvole il cielo smisurato: granello di sabbia sotto le mie dita sottratte al tempo. Dio è fatto di ferite di amore, quelle che la sua Grazia rimargina in noi.

(Michele Federico Sciacca, Così mi parlano le cose mute. Marzorati, Milano 1962, p. 99)

Le grand amour: celui que ses blessures font invulnérable… — Il grande amore: quello le cui ferite rendono invulnerabile…

(Gustave Thibon, L’illusion féconde, Fayard, Paris 1995, p. 69)’

Povertà di Dio — Dio è il più ricco e il più povero degli esseri. Egli è tutto, non ha niente. Egli non può dare che sé stesso. E ciò spiega il suo insuccesso. L’uomo è assetato di doni più esteriori e meno preziosi.

(Gustave Thibon, La scala di Giacobbe, AVE, Roma 1947, p. 33)

Categorie: In Cristo Re e Maria Santissima, Thiboniana | 4 commenti

Navigazione articolo

4 pensieri su “Le piaghe dell’amore che si dona

  1. Scelta eccellente, Andreas, e ogni qualvolta che rileggo queste frasi, è come se fosse la prima volta.
    D’altra parte non potrebbe non essere così perché in ogni momento della nostra vita, l’amore di Dio si rivela in modo diverso.
    Si rivela come un raggio di sole accecante che quasi quasi ti brucia dentro e lascia le ferite d’amore che mai e poi mai uno si debba dimenticare di Lui.
    Lui, che riempie con il Suo amore l’apparenza umana con la Sua essenza, permettendoglielo.
    Soltanto allora i doni esteriori non hanno più alcuna importanza, perché il dono più grande e prezioso c’è.
    Non trovo più gli aggettivi per descrivere queste frasi, credo che, insieme a pochi altri, siano fra i più sublimi.
    Ne avevo bisogno di leggerle stasera.
    Grazie!

    • Andreas Hofer

      Quelle ferite in noi sono fatte per essere esposte verso quel raggio di sole, al calore che le curerà e dinsinfetterà, lo stesso calore che nutrirà poi il nostro cuore.

    • 61Angeloextralarge

      Karin: mi piace questo commento! Smack! :-D

  2. 61Angeloextralarge

    W la thibonite! :-D
    “Dio è fatto di ferite d’amore!: da brividi! Quante ferite!
    “quelle che la sua grazia rimargina in noi”: solo la sua grazia può farlo!
    “L’uomo è assetato di doni più esteriori e meno preziosi”: ci fermiamo alla concretezza, al tatto e agli altri sensi. Che bello sarebbe avere i sensi spirituali supersviluppati! Allora sì, che riusciremmo a vedere oltre!
    Grazie Andreas! Smack! :-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: