La rassegnazione cristiana è una virtù virile

Georges BernanosUna volta Chesterton parlava delle virtù cristiane diventate folli. Accade infatti che le virtù cristiane diventino folli. Ma c’è la follia furiosa e c’è anche il rimbambimento.
La rassegnazione cristiana è una virtù virile, che suppone una scelta ragionata tra il rifiuto e l’accettazione dell’ingiustizia. Mi pare perciò che essa sia ben lungi dall’essere alla portata di tutti. Molto, spesso, al suo posto s’incontra una specie di ebete indifferenza alle disgrazie altrui. La rassegnazione cristiana, secoli fa, andava sempre a testa alta, con gli occhi ardenti, con le mani saggiamente incrodate sul cuore, verso il patibolo o il rogo. Oggi è seduta con le mani penzoloni, l’occhio vitreo, presso un focolare che non la riscalda.

(Georges Bernanos, Rivoluzione e libertà, Borla, Torino 1963, p. 40)

Categorie: Georges Bernanos | Tag: , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “La rassegnazione cristiana è una virtù virile

  1. lo ripeto spesso i primi martiri cristiani andavano in bocca ai leoni cantando fra un po’ andremo in bocca ai leoni ridendo

  2. Se ho interpretato bene la tua frase, nel senso che oggi si è incoscienti, allora è terribile. Ma mi trovi d’accordissima. Purtroppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: